By

Container non ci abitua, ci vizia. Viaggio ed Evoluzione camminano di pari passo, tappa dopo tappa fino alla [07], ancora una volta con tutti gli ingredienti giusti. Sound ricercato, visual introspettivo e location coinvolgente accolgono gli amanti del clubbing.

Il warm up è già il preludio di quello che sarà la serata. VSK, promessa della techno made in Italy, fa gli onori di casa con un set in crescendo, misto vinili e cdj, si impone con un suono deciso ma allo stesso tempo delicato, nero quanto basta ed avvolgente. Il dancefloor si riempie e i bpm crescono. Di seguito un assaggio audio-video di ciò che fu.

Alle 02.30 è la volta di Sleeparchive, icona della techno tedesca e resident storico del Tresor di Berlino, che ci delizia con un’ora di live set, dove spazio e tempo prendono un’altra forma, o spesso una “non forma”. Strepitoso, sorprendente, un’apertura graffiante, un live imponente. I minuti passano, con il suo essere pragmatico, prende sempre più confidenza con l’ambiente e a fine set ci si rende conto che la realtà ha superato le aspettative.

CTRLS entra in scena alle 03.30 imponendo con personalità la sua techno cruda, dura e Industriale, portando quella cattiveria e aggressività che nel club ancora non si era respirata. Meccanico ed energico passa un vinile dopo l’altro portandoci a temperature elevatissime. Due ore di qualità indiscussa.

CTRLS cede la consolle al resident Pneich, che gestisce nel migliore dei modi la situazione chiudendo le porte di casa lasciandoci in attesa del prossimo evento che concluderà la stagione invernale. News e aggiornamenti in arrivo sui nostri canali.

Impossibile infine non citare e complimentarsi con chi ha curato i visuals, VJIt³ e Giulz, abilissimi nel seguire l’onda sonora, accompagnando il numeroso pubblico presente in un trip che sarà difficile da dimenticare.

Video e Review a 4 mani: Martina Campoli – Filippo Florian

Leave a comment