By

ELEVA 2.0 ADVANCED MUSIC MEETINGS // REGGIO EMILIA // ITALIA

THE END

ELEVA 2.0 è finito e ha lasciato il segno.

Dopo l’inaspettato risultato della prima edizione, Reggio Emilia ha dimostrato di essere pronta ad accogliere e a supportare un festival elettronico, che, nonostante la giovane età, ha tutte le caratteristiche per essere considerato parte del fervido movimento che sta lentamente cambiando e sviluppando la cultura nazionale, attraversando grandi e piccoli tessuti urbani.

Durante il festival, che si è sviluppato in 3 date e in 4 meetings, toccando diversi luoghi della città, Eleva ha compreso che la strada della crescita è lunga e piena di ostacoli, ma allo stesso tempo, ha trovato infiniti stimoli, percepito il calore del pubblico e degli addetti ai lavori, che hanno supportato i vari eventi, dando vita ad atmosfere, talvolta fredde, talvolta calde, ma costantemente dense di magia.

Tutti gli artisti che hanno partecipato al festival si sono dimostrati talentuosi, moderni e disponibili, e questi aspetti hanno contribuito a ridurre la distanza con il pubblico, sviluppando contesti a misura d’uomo.
Nonostante sia appena terminata questa seconda edizione di ELEVA Advanced Music Meetings, è necessario iniziare a programmare la prossima edizione, dopo aver valutato attentamente gli aspetti positivi e negativi.

I feedback ricevuti, da parte di pubblico, artisti e addetti ai lavori, sono stati positivi e stimolanti, ma, come ogni progetto con pochi anni alle spalle, ci sono diversi aspetti che possono essere migliorati, per rendere l’esperienza Eleva ancora più coinvolgente e ricca.
Durante questa seconda edizione, si è cercato di seguire una linea musicale più coerente con la mission che il festival si propone di perseguire, sono stati implementati gli investimenti nelle arti visive ed è stata arricchita l’offerta formativa rappresentata dai workshop.
Ciò che rimane dopo un evento del genere, è sicuramente la sensazione che qualcosa di magico sia nato e sia rimasto in tutte le location, ma non è possibile misurare il livello di questa magia..

E’ pero possibile misurare i numeri:

– Quasi 9.000 partecipanti hanno preso parte al festival durante i 4 meetings e la Preview, e più di 350.000 persone hanno ricevuto notizie del festival tramite i nostri social-network;

– 13.094 utenti unici hanno visitato il sito ufficiale di Eleva nel periodo 20 luglio/20 settembre e 68.210 pagine sono state aperte;

– Oltre 19.000 bicchieri e 750 pietanze sono state servite durante Eleva;

– 41 artisti hanno suonato e più di 52 ore di musica sono state suonate live e djset;

– 2 visual makers hanno partecipato al festival, producendo 36 ore di clip video, videomapping e arti visive.

– Circa 160 volontari hanno dato il loro contributo per la realizzazione del festival;

– 30.000 flyers e 500 manifesti sono stati stampati per promuovere l’evento;

– 10.000 brochure sono state realizzate e distribuite prima e durante il festival;

– Circa 900 foto sono state scattate e pubblicate sui nostri canali ufficiali come documentazione del festival;

– 63 media/network/institutional/technical partner hanno supportato il festival;

– Oltre 120 articoli e contenuti sono stati pubblicati in formato cartaceo, web e radio dai media partner e dalla stampa, a riguardo del festival;

– 5 differenti location sono state toccate dai vari meetings, compresa la preview;

– 5 workshop, per un totale di 12 ore, sono state offerte gratuitamente, durante il meeting rosso, coinvolgendo complessivamente 132 partecipanti;

– 14 stand sono stati allestiti per il market, durante il meeting rosso, ospitando food, sponsor, new-products, handmate, e re-used;

– Nessun biglietto cartaceo è stato stampato ed utilizzato per la prevendita del festival, essendo stata sviluppata una applicazione elettronica dedicata.

Per quanto risulti riduttivo sintetizzare un evento di questo tipo con dei semplici numeri, è fondamentale analizzare il trend di Eleva Advanced Music Meetings e darne un giudizio decisamente positivo, dal momento che rispetto alla prima edizione sono enormemente aumentati i numeri relativi ai partecipanti (+4.000) e alle persone raggiunte dalla comunicazione Web (+115.000) , pur riportando una diminuzione dell’impatto ambientale dovuto alla pubblicità, dal momento che sono state ridotte le stampe di materiale cartaceo e sono state totalmente eliminate le prevendite cartacee (sostituite da quelle elettroniche).
Anche il trend relativo alle ore di musica e arti visive offerte risulta in crescita, denotando oltretutto un alto livello qualitativo, grazie alla densa presenza di live e concerti di primo livello

Sul sito ufficiale (www.elevafestival.com) e sui social-network, durante il periodo invernale, Eleva non andrà in completo letargo, ma saranno pubblicati nuovi contenuti relativi alla edizione del festival appena conclusa e saranno rilanciati contenuti relativi a festival o eventi che, ritenuti pertinenti ai valori che caratterizzano Eleva, hanno l’obiettivo di fare da collante con la vivace scena musicale, che in Italia si sta sviluppando in questi ultimi anni e che ha necessità di fare network per promuoversi e alimentarsi.

Tutti i componenti di Eleva Advanced Music Meetings ci tengono a ringraziare i volontari, i docenti, i vigili del fuoco, il personale di polizia e di sicurezza, e i paramedici che hanno prestato servizio al Festival, che si è svolto senza problema alcuno.

Un ringraziamento speciale va ai Musei Civici di Reggio Emilia, al Centro Internazionale Loris Malaguzzi e Reggio Children, all’Arci Reggio Emilia, all’Ex Centrale Elettrica e al Circolo Arci Tunnel, per aver messo a disposizione del Festival splendide location e tutto il supporto logistico necessario.

Eleva ritiene inoltre doveroso menzionare le istituzioni della città che hanno sostenuto il progetto Eleva, dimostrando di essere interessate a sostenere lo sviluppo di un sano e futuribile evento che può portare giovamento all’intera comunità giovanile in prima battuta, e al turismo dell’intera città in seconda battuta.

E’ inoltre doveroso ringraziare i vari punti vendita del territorio, che hanno agevolato la distribuzione delle prevendite, i circuiti di vendita ondine, le pubbliche relazioni e tutti i partner tecnici, media e network che hanno contribuito attivamente alla realizzazione del festival e, senza il fondamentale contributo dei quali, non sarebbe stato possibile raggiungere gli eccellenti risultati ottenuti.

 

Leave a comment