Eleva 4.0 Advanced Music Meetings

 •  0

By

 

ELEVA 4.0 ADVANCED MUSIC MEETINGS

Reggio Emilia, Italia

10-14-17 Settembre

musica | arti visive | academy | market | lounge | off

#tobeorNETtobe

 

A Reggio Emilia sta per tornare Eleva Festival.

Manca davvero pochissimo alla quarta edizione di Eleva Advanced Music Meetings, ormai diventato a tutti gli effetti uno degli eventi più attesi dell’anno, per tutto l’insieme dei contenuti che di volta in volta offre al suo pubblico.

L’ idea è scegliere di non scegliere, aprirsi a qualsiasi realtà, a qualsiasi elemento, che sia esso il centro o la cornice non importa: ELEVA 4.0 è una storia che non parla esclusivamente di musica, ma anche di arte, di luci, di danza, di cultura e, perchè no, anche di cibo.

E’ tutto importante in modo uguale, è tutta una parte fondamentale e insostituibile dell’intero che, come insegna la psicologia della Gestalt, è molto di più della somma delle singole parti.

Così fanno anche le nostre singole identità che fondendosi insieme a tutte le altre scoprono e riscoprono loro stesse, innalzandosi. Eleva Advanced Music Meetings significa questo, in fin dei conti.

 

Quando il contenitore diventa contenuto.

Un chiostro del Settecento le cui forme si ridisegnano di minuto in minuto insieme alle luci che cambiano, un mangimificio abbandonato imponente e severo i cui silos sembrano osservarti mentre ti concedi alle note della tua traccia preferita, un’ enorme prato carico di energie diverse, di cose da ascoltare, da fare, da assaggiare, da provare, ai suoi estremi due palchi, cos’ hanno in comune tutte queste cose?

Le location di ELEVA non si limitano ad essere una mera cornice pronta ad ospitare un qualcosa di esterno, ma sono parte fondamentale del festival, si fondono con i suoi elementi in una sintesi perfetta, come se prendessero vita, per una notte.

Si tratta di luoghi di per sé estremamente suggestivi che in occasione di ELEVA Festival vestono il loro abito migliore, il più originale per lo meno, e finiscono per trasformarsi, sotto una luce completamente nuova.

Non un contenitore, freddo e distaccato, ma bensì elementi fondamentali e insostituibili dell’ insieme, un contenuto come tutti gli altri.

 

Eleva Academy, i workshop ancora protagonisti.

Un ruolo fondamentale sarà svolto anche quest’anno dai numerosi Workshop che si terranno durante il meeting conclusivo di ELEVA Festival che riempiranno gli affascinanti spazi interni del Centro Loris Malaguzzi il 17 Settembre. Con i relatori di Antica Proietteria, ad esempio, si parlerà di come progettare un videogioco con l’ ausilio di Unity 3D, partendo dal concept fino alla realizzazione stessa, insieme a Wowdrone si cercherà di far luce sul nuovo mondo dei droni e delle loro applicazioni professionali.

Con RevolùArt invece si toccherà il tema del riciclo attraverso la costruzione di gioielli di ecodesign partendo da materiali totalmente di recupero e con l’ ausilio di tecniche specifiche come quella del traforo dei metalli.

Insieme a Wowdrone si cercherà di far luce sul nuovo mondo dei droni e delle loro applicazioni professionali.

Farà eccezione il workshop tenuto da Studio Yoga Samgha, l’ unico che si svolgerà all’ esterno e consisterà in una vera e propria lezione di yoga all’ aria aperta, in un’ atmosfera unica nel suo genere.

Questi sono solo alcuni dei Workshop che si terranno durante il Meeting Rosso al centro Loris Malaguzzi. Per scoprire gli altri, acquistare i biglietti o semplicemente per avere maggiori informazioni recatevi sul sito www.elevafestival.com

Codex Ojibway, quando il visual diventa interattivo. 

Ojibway è la parola usata dai nativi americani per indicare gli antichi totem, che simboleggiavano le tribù di appartenenza a cui si era legati per tutta la vita.

Quelle che una volta erano chiamate tribù ora possono essere definite unità sociali, che la rete identifica e suddivide a seconda di quello che ci piace, su cosa ci soffermiamo e che tipo di cose pubblichiamo, ad esempio.

Tutto questo genera un “codex”, un codice numerico che ci cataloga suddividendoci in gruppi, adeguatamente collegati a diversi altri gruppi.

In una società moderna in cui internet e i social sono parte integrante della nostra famiglia, c’è l’incessante bisogno di apparire al meglio, mutandoci e plasmandoci all’ occorrenza per entrare in questa nuova realtà.

Solo una questione di numeri, like, commenti, visualizzazioni, un riflesso digitale distorto in cui ognuno diventa chi finge di essere.

Codex Ojibway è un visual interattivo, un grosso obelisco su cui ognuno può proiettare se stesso, ma mi raccomando, nella vostra versione migliore.

 

Ora siediti e rilassati.

Qualcuno scriveva ‘se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio’, a noi però piace pensarla un po’ diversamente. E’ parte fondamentale di un festival godersi il momento in cui la musica si abbassa o addirittura cambia di genere per lasciare spazio a una chiacchiera tra amici o ad una pausa per la cena: è qui che nasce l’ idea di ELEVA Lounge, l’ area presente in tutti i meeting del festival dove rilassarsi diventa un dovere.

Qui troveranno spazio comodi divani e poltrone vintage e second-hand allestiti da Nuovamente, il Wine Corner con una selezione di vini del nostro territorio e una lunga serie di Food Corner in grado di sfamare qualsiasi tipo di appetito.

Potrete trovare ad esempio i panini tradizionali di Matti da Grigliare by Osteria km0, specialità di pesce offerte da BassaMarea, gli ormai famosissimi Viva Nachos, un rinfrescante gelato di Gelateria K2 o centrifugati e cibo vegano prodotti da YOG. Da non dimenticare i cocktail ricercati di Jigger e le birre artigianli di Le Mille e una Birra a soddisfare ogni tipo di voglia.

 

Torna a casa con un pezzo di festival.

Quest’anno ELEVA Market è realizzato in collaborazione con Beat & Style che selezionerà i migliori artisti del momento tra design handmade, streetwear e creativi di ogni genere.

Loro si raccontano così: “Ci piace sovrapporre, mischiare, giocare con i generi per poi annullarli. Vediamo musica nella moda, e vediamo moda nella musica; in entrambe vediamo il gusto per il bello ed è questo ciò che ci appassiona. Quello che vi vorremmo raccontare è proprio l’eclissi delle catalogazioni, per dare spazio, invece, agli impasti tra arti, tra spinte creative differenti che crediamo diano forma e vita a quanto di meglio ci sia in circolazione.”

 

Il salotto digitale di Comò Mag.

Il salotto è uno dei tanti luoghi dedicati alla conversazione, si trova all’interno di ogni casa, due poltrone, un tavolino, un paio di caffè e già ti senti predisposto al dialogo con un amico, un familiare o a scambiare due chiacchiere con una nuova conoscenza.

Spesso la conversazione virtuale rischia di diventare sterile, non raggiungere i destinatari prestabiliti dagli obiettivi iniziali, o ancor peggio, rischia di divenire un monologo, dove agli interlocutori non viene data la possibilità di mettersi a confronto con il mittente.

Comò Mag. decide di superare queste difficoltà insite nel web trasformando la rete in un salotto vero e proprio. Qui il pubblico del Festival potrà sedersi e conversare sul divano di Twitter, accanto all’uccellino azzurro nella sua gabbietta in ferro battuto, dare risposta alle proprie curiosità nella libreria in legno di Wikipedia e scrivere i propri pensieri sulla bacheca di Facebook appesa alla parete. Un adattamento del web alla realtà fisica e palpabile, dove skype diventa un vecchio telefono fisso, Youtube un televisore a tubo catodico e Google Earth ritorna ad essere un grande mappamondo sul suo piedistallo.

 

La musica è importante, ma serve magia.

Come vi abbiamo già svelato, è la fusione delle varie forme artistiche a creare la magica atmosfera che ELEVA è in grado di regalare al suo pubblico anno dopo anno. Sarà la danza contemporanea a rendere davvero speciale il meeting inaugurale di questa quarta edizione, quando le ballerine di Eidos danza si fonderanno alla musica elettronica e al video mapping in una struttura già di per sè incantata, quali i Chiostri di San Pietro. Per una volta sarà davvero il caso di dire: orecchie, ma soprattutto occhi ben aperti. Appaiono e scompaiono, quando meno te lo aspetti.

Informazioni e Prezzi

E’ possibile accedere ai meeting del Festival in tre modalità diverse:

  • Attraverso l’acquisto anticipato di un biglietto ALL-IN che permette l’ingresso a tutti gli eventi di Eleva, ad un prezzo che va dai 20 ai 100 €, a seconda del numero dei drink inclusi.
  • Per mezzo di biglietti singoli acquistati in prevendita, con prezzi dai 5 ai 37 euro sempre in base al numero dei drink.
  • Acquistando il biglietto direttamente sul luogo degli eventi.

Tickets: goo.gl/Sv1fwI
Teaser: https://goo.gl/apKyTF
Info: www.elevafestival.com

 

Network

Per seguire tutte le novità su Eleva 4.0, ecco i nostri canali.

Facebook: http://on.fb.me/VL3cBk
Twitter: http://bit.ly/1oYER7T
Instagram: http://bit.ly/1muFUaj
Youtube: http://bit.ly/1q13wru
Google Plus: http://bit.ly/1plPy3M
Tumblr: http://bit.ly/1oYEVVr
Vimeo: http://bit.ly/1pQKeW6

 

 

Leave a comment