By

Atomic Events – Reflex Booking e Tini presentano
VIPER OPTICAL
JEFF MILLS
4 Decks & His Roland TR909
(Usa/Axis Rec)Sabato 14 Febbraio 2015
Viper Theatre
Via Pistoiese/Via Lombardia (Firenze)
info location: viperclub.eu
Ticket: 23 € / 33 € + d.p
prevendite boxoffice
Apertura porte ore 21:30
Support guest: Wooden Crate

 

Se parliamo di musica elettronica e in particolare di musica techno c’è un nome che viene in mente prima di tutti, ed è quello di Jeff Mills.
Un nome che possiamo trovare accostato ad orchestre filamorniche, o maestri del cinema come Fritz Lang, così come a location prestigiose quali la Royal Albert Hall.
La città di Firenze ha un ricordo strabiliante delle sue performance, e la lista di motivi per cui vale la pena tornare ad ascoltare un suo set è veramente molto lunga.

Ecco quindi che sabato 14 febbraio si ripresenta questa occasione, all’interno della serie di eventi “Viperoptical”.  Ispirati alla op art degli anni 60′, questi eventi propongono proiezioni ed illusioni ottiche a due colori curate dall’artista audiovisivo Thomas Pizzinga, ad accompagnare la techno d’autore di dj e produttori di fama mondiale.
La carriera artistica di Jeff Mills inizia negli anni ’80, quando getta le fondamenta per la creazione dell’influente collettivo techno Underground Resistance, insieme a ‘Mad’ Mike Banks, ex bassista dei Parliament.
Proprio come avevano fatto i Public Enemy qualche anno prima nell’hip hop, questi uomini mettevano a confronto l’industria della musica con la retorica della rivoluzione. Vestiti in uniforme con completi neri da guerriglia, erano ‘uomini in missione’, che miravano a dare alla techno maggiori contenuti e significato. Artista poliedrico Jeff Mills nel 2005 balza all’onore delle cronache per la rielaborazione dei suoi brani in chiave classica da parte della Philharmonic Orchestra di Montpellier, in un concerto organizzato per celebrare il ventesimo anniversario dell’inclusione del Pont du Gard nella lista del World Heritage dell’Unesco. Nel 2008 gli viene commissionata la creazione di un’installazione per l’anniversario dei 100 anni dalla nascita del Manifesto Futurista da esporre al Centre Pompidou. Nello stesso anno Jeff Mills si ripresenta in coppia con “Mad” Mike Banks per riproporre al Sonar Festival di Barcellona  la performance X-102, Rediscovers the Rings of Saturn, storico mix di video e musica.

È stato coinvolto ed è tutt’ora coinvolto in numerosi progetti che includono anche molte colonne sonore realizzate in collaborazione con la Cinematheque e la Cité de la Musique di Parigi.

Nel 2014 la regista francese Jacqueline Caux gli ha persino dedicato un film intitolato Man From Tomorrow, la cui colonna sonora è composta da Mills stesso.
Girato in un bianco e nero che passa da evocazioni espressioniste tedesche a geometrie fantascientifiche anni ’60, Man from Tomorrow è una messa in scena delle ossessioni cosmologiche ed evoluzioniste sull’esplorazione dello spazio ed i destini dell’”umanità del del futuro”.

 

Leave a comment