Time Warp Mannheim 2016

 •  0

By

Dopo il grande successo la grande attesa

È stata un’altra edizione di successo quella del Time Warp di Mannheim, conclusasi con un’affluenza di 18.000 partecipanti provenienti da 60 nazioni e 6 continenti, fra i quali più di 2.000 italiani.
Time Warp si conferma la meta fondamentale di ogni amante della techno e lo dimostra anche il fatto che a tre settimane dall’inizio dell’evento i regular ticket fossero già completamente esauriti.

Durante le 18 ore di incessante musica che ha invaso Maimarkthalle, c’è stato particolare entusiasmo per l’esclusivo back-to-back di tre ore di Carl Cox e Joseph Capriati e lo straordinario set di chiusura di Marco Carola.

Time Warp è stato anche esperienza visiva, grazie alle tecnologie sviluppate il light design, i video e le strutture che compongono gli stage. Il Floor 2 quest’anno ha visto protagonista l’elettroluminescenza: cavi intrecciati a formare una cupola a sormontare la pista, illuminata in vari colori, creando straordinari effetti tridimensionali. Nel Floor 1 invece dominava la “Cave 2.0”, l’immensa grotta ormai popolarissima, illuminata da 400 luci in grado di trasformarla in pochi istanti da caverna di ghiaccio ad inferno di fuoco.

I 22 anni di Time Warp saranno celebrati a marzo con la pubblicazione del libro “Time Warp 20 YRS – The truth is on the dancefloor”, per accompagnare i lettori in un viaggio attraverso i 20 anni di storia del Time Warp, con centinaia di fotografie e interviste agli artisti che si sono esibiti durante le varie edizioni dal 94 ad oggi.

Ora non resta che aspettare il prossimo evento Cosmopop: oltre al Time Warp di Buenos Aires, l’appuntamento è per il Love Family Park del 2 luglio a Mainz alla sua ventunesima edizione, il festival all’aria aperta per eccellenza, con stage open air e indoor, tantissimo verde e una line up ancora tutta da scoprire, anche quest’anno sicuramente capitanata da Sven Vath.

Ma la vera attesa è tutta per Sonus, il festival di 5 giorni sull’Isola di Pag, dal 21 al 25 agosto. Dimentichiamoci per un attimo la grotta, i visual e le istallazioni luminose del Time Warp e immaginiamo il clima di festa che le sonorità degli stessi Chris Liebing, Joseph Capriati, Len Faki, Luciano e Ricardo Villalobos, che si sono esibiti a Mannheim, potranno portare sulla spiaggia di Zrce.
Saranno cinque giorni e cinque notti di party non stop per quello che è il festival più importante dell’estate croata, con gli artisti più influenti della scena techno internazionale ad esibirsi nei club open air, sui numerosi boat party o direttamente sulle spiagge dorate durante gli after.

 

Leave a comment