“Watergate 17” Mixed by Pan-Pot Review

 •  0

By

Artisti: Artisti variwg017
Titolo: Watergate 17
Mixato da: Pan-Pot
Label: Watergate
Cat. #: WG017
Formati: CD, digitale
Data di uscita: 13 ottobre 2014

In questo settore che vede una competizione continua tra i suoi attori e una sfida senza fine per aggiudicarsi una fetta di successo e di mercato, che a causa del web è sempre più frammentato in n mila pagine, portali e social network, il celebre duo Pan-Pot composto da Tassilo Ippennerger e Thomas Benedix riesce a cogliere l’attimo cavalcando l’onda di notorietà.
Artefici della diciassettesima compilation firmata Watergate, i due artisti si dilettano senza indugio mixando 19 tracce (alcune esclusive per l’occasione) mettendo in evidenza la loro esperienza, la loro caparbietà nella selezione musicale, e la capacità di trasmettere all’ascoltatore l’essenza e il sound Watergate.
Una cosa sempre gradita è data dal fatto che mentre ascoltiamo un mixato a casa nostra o nel nostro studio (presumibilmente con un buon impianto) ci sembri di ascoltare live in un club i dj, e questa sensazione la si puó provare con questa uscita.
Il mixato, composto da una selezione tech house e techno dancefloor oriented, parte in maniera dritta e decisa senza l’ausilio di un intro particolarmente lungo, alcuni momenti chiave e di particolare interesse vengono evocati con i brani di Shall Ocin, Maceo Plex, Stephan Hinz e Martin Eyerer. Tra l’altro questi due ultimi pezzi sono stati pubblicati su un sampler dedicato. Un ulteriore sorpresa è la collaborazione tra il duo Pan-Pot con gli inglesi Slam (reduci dalla pubblicazione del loro ultimo album Reverse Proceed) e con Vincenzo (fratello di Florian Kruse, membro di Kruse & Nuernberg, Wiretappeur).
Gli 80 minuti di ascolto di questo CD passano in fretta senza dimostrarsi pesanti e con sonorità troppo ovvie, l’intera opera musicale si rivela quindi decisa, compatta e coinvolgente. Ben fatta Pan-Pot!

Review by Matteo Pitton

 

Leave a comment