Various “Grey City” Review

 •  0

By

Dando un occhio alla press release ufficiale di questo disco ho trovato scritto Brema, il nome della cittadina tedesca che si affaccia sulle rive del Weser, e non ho potuto fare a meno di pensare alla storica fiaba dei fratelli Grimm chiamata “I musicanti di Brema”: questa mi veniva raccontata da bambino e pendevo dalle labbra dei miei genitori quando me la narravano, dando ampio spazio all’immaginazione, e fa strano avere un ricordo del genere dopo tanti anni.
La copertina di “Grey City” è assai tenebrosa e queste persone tutte dipinte di nero fanno pensare ad una gang e a un disco hip hop, quando in realtà l’intento da parte di ZCKR Records è di presentare la scena e la visione musicale di ben undici produttori provenienti dalla città di Brema.
In tutte le tracce è riconoscibile un certo orientamento sonoro che manifesta un particolare legame al sound oldschool, tipicità che non mi sarei aspettato di trovare.
Un’altra cosa positiva e singolare di questo disco è che ascoltando sequenzialmente ogni lato si salta da un genere all’altro senza una particolare logica, e senza suscitare dissapori o stranezze durante l’ascolto.

Link:
https://www.facebook.com/ZCKRrecords
https://soundcloud.com/zckr
http://www.zckr-records.de/

 

Leave a comment